Consulenza e Formazione Sicurezza, Medicina Del Lavoro, Sistemi Di Gestione, Qualità, Privacy, Ambiente e Modelli Organizzativi

Consulenza Antincendio

Come previsto dall’art. 5 del D.M. 10 marzo 1998 ,all’esito della valutazione dei rischi d’incendio, il datore di lavoro, per le aziende oltre i 10 dipendenti, a eccezione delle attività soggette a controllo da parte dei Comandi provinciali dei vigili del fuoco, come previsto dal D.P.R. 29/07/82, n. 577, adotta le necessarie misure organizzative e gestionali da attuare in caso di incendio riportandole in un piano di emergenza.

  • Redazione del piano di evacuazione con definizione dei percorsi di fuga, ubicazione dei presidi antincendio e definizione delle procedure di emergenza
    Il D.M. 10/03/98 prevede per le aziende sopra i 10 dipendenti la redazione del piano di emergenza e le prove di evacuazione in caso di incendio. Il piano di emergenza viene redatto tenendo conto della struttura, del tipo di attività, dei turni di lavoro, dell’eventuale presenza di persone esterne e della composizione della squadra di emergenza.
  • Presentazione del piano di emergenza al coordinatore, coinvolgimento della squadra di emergenza e del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza
    A seguito della redazione del piano di emergenza, verrà poi presentato alla squadra di emergenza antincendio per organizzare i compiti di ogni addetto e per coinvolgerli nelle attività da compiere in caso di evacuazione. Il datore di lavoro si occuperà poi di rendere noto a tutto il personale le procedure di evacuazione e i nominativi delle figure coinvolti nella squadra di emergenza ed evacuazione.
  • Organizzazione della squadra di emergenza
  • Assistenza per il rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi
  • Assistenza per l’ottenimento dei Certificati di Conformità degli impianti
  • Affiancamento e collaborazione con i Vigili del Fuoco in caso di ispezione
  • Programmazione della formazione per addetti antincendio (rischio basso – 4 ore; rischio medio – 8 ore; rischio alto – 16 ore)
  • Piano di emergenza ed evacuazione
    Documento in cui viene riportata una visione della struttura indicando la configurazione degli ambienti lavoro, la struttura aziendale, l’organizzazione del personale, l’ubicazione dei mezzi antincendio e tutto quello che possa risultare necessario alla squadra di emergenza per organizzare la propria attività in caso di evacuazione. Nel piano di emergenza possono essere anche pianificati scenari di crisi di emergenza diversi dall’antincendio (Terremoto, terrorismo, allagamento, chimico , ambientale, ecc). Nei panni di emergenza possono essere programmate le esercitazioni, che prevedono la gestione delle simulazione d’emergenza (livelli di simulazione, tempi di risposta, registrazione dei risultati, ecc.),
  • Procedure specifiche per ogni addetto
    Redazione di specifiche procedure per ogni singolo addetto della squadra di antincendio/evacuazione per gestire in caso di evacuazione tutte le necessità.
  • Piantine con vie di fuga e dislocazione presidi antincendio
  • Assistenza per l’elaborazione delle pratiche antincendio
    Come previsto nell’allegato VII del Decreto Ministeriale 10 marzo 1998 al punto 7.5 risulta necessario installare in punti opportuni ed essere chiaramente visibili all’interno degli ambienti di lavoro delle planimetrie che indicano le vie di fuga, l’ubicazione del quadro elettrico, degli estintori e della cassetta di primo soccorso.
  • Modulistica per la gestione dell’emergenza
  • Gestione delle pratiche antincendio presso i vigili del fuoco