Consulenza e Formazione Sicurezza, Medicina Del Lavoro, Sistemi Di Gestione, Qualità, Privacy, Ambiente e Modelli Organizzativi

Corso RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) per datori di lavoro – Rischio basso

Obiettivo

Soddisfare le esigenze attuali relative all’obbligo di formare e di informare i Responsabili del Servizio di Prevenzione (RSPP) per quanto riguarda i problemi collegati alla sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro.
Il decreto legislativo 81/08 oltre a prevedere l’obbligo di nomina di questa figura all’interno di tutte le aziende prevede che allo stesso sia fatta una formazione particolare, necessaria al fine di gestire la sicurezza nell’azienda.
Contenuti e durata della formazione sono stati definiti dalla pubblicazione dell’Accordo Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011 pubblicato sulla G.U. n. 8 del 11 gennaio 2012 con entrata in vigore dal 26 gennaio 2012.
Il corso di formazione RSPP si rivolge esclusivamente ai datori di lavoro che – per dimensioni e tipologia della propria azienda (rischio basso) nonché per requisiti personali – hanno deciso di autonominarsi Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.
Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione non identificato nel datore di lavoro deve seguire un percorso formativo come previsto dal D.Lgs. 195/2003 e dai provvedimenti del 26 gennaio 2006 e del 5 ottobre 2006.

MODULO 1. NORMATIVO – giuridico

  • sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori
  • la responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa
  • la “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, della società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex. D.Lgs. n. 231/2001 e s.m.i.
  • il sistema istituzionale della prevenzione
  • i soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità
  • il sistema di qualificazione delle imprese

MODULO 2. GESTIONALE – gestione ed organizzazione della sicurezza

  • i criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi
  • la considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi
  • la considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori
  • il documento di valutazione dei rischi (contenuti, specificità e metodologie)
  • i modelli di organizzazione e gestione della sicurezza
  • gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera di somministrazione
  • il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza
  • la gestione della documentazione tecnico amministrativa
  • l’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze

MODULO 3. TECNICO – individuazione e valutazione dei rischi

  • i principali fattori di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
  • il rischio stress lavoro-correlato
  • i rischi ricollegabili al genere, all’età e alla provenienza da altri paesi
  • i dispositivi di protezione individuale
  • la sorveglianza sanitaria

MODULO 4. RELAZIONALE – formazione e consultazione dei lavoratori

  • l’informazione, la formazione e l’addestramento
  • le tecniche di comunicazione
  • il sistema delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda
  • la consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza
  • natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza
  • test di verifica apprendimento

D.Lgs. 81/08

  1. art. 17 – Obblighi del datore di lavoro non delegabili
  2. art. 31 – Servizio di prevenzione e protezione
  3. art. 33 – Compiti del servizio di prevenzione e protezione
  4. art. 34 – Svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi
  5. Allegato II – Casi in cui è consentito lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dei rischi.
  6. Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011
  7. Decreto Ministeriale 16 gennaio 1997
  8. Provvedimento del 5 ottobre 2006 (G.U. n. 285 del 07/12/2006): Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, concernente le linee guida interpretative dell’Accordo sancito in Conferenza Stato-regioni il 26 gennaio 2006, in attuazione dell’articolo 8-bis, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, introdotto dall’articolo 2 del decreto legislativo del 23 giugno 2003, n. 195 in materia di prevenzione e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro. (Repertorio atti n. 2635)
  9. Provvedimento del 26 gennaio 2006 (G.U. n. 37 del 14/02/2006): Accordo tra il Governo e le regioni e province autonome, attuativo dell’articolo 2, commi 2, 3, 4 e 5, del decreto legislativo 23 giugno 2003, n. 195, che integra il decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, in materia di prevenzione e protezione dei lavoratori sui luoghi di lavoro. (Atto n. 2407) – allegato
  10. Decreto Legislativo n. 195 del 23 giugno 2003 (G.U. n. 174 del 29/06/2003): Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, per l’individuazione delle capacità e dei requisiti professionali richiesti agli addetti ed ai responsabili dei servizi di prevenzione e protezione dei lavoratori, a norma dell’articolo 21 della legge 1° marzo 2002, n. 39

Nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP): che cosa fare?

Il datore di lavoro ha l’obbligo di organizzare il Servizio di Prevenzione e protezione all’interno della propria azienda, designando gli addetti ed il responsabile del servizio.

Il datore di lavoro può:

  • Autonominarsi RSPP
  • Nominare un dipendente dell’azienda
  • Avvalersi di una persona esterna

Il datore di lavoro può autonominarsi RSPP nel caso di:

  • Aziende artigiane ed industriali fino a 30 dipendenti
  • Aziende della pesca fino a 20 dipendenti
  • Altre aziende fino a 200 dipendenti

Eventuale introduzione testuale.

Si ricorda che è possibile seguire questo corso in modalità e-learning in qualsiasi momento nella nostra piattaforma on-line.

Seguono le date e le sedi dei corsi in aula.

Milano (Viale Jenner)

Sessione 1
19/09/2019
20/09/2019
Sessione 2
21/10/2019
22/10/2019
Sessione 3
25/11/2019
26/11/2019
  • Dati Personali del Corsista
  • Formato data:GG barra MM barra AAAA
  • Dati Azienda
  • Modalità di Pagamento

    Ai partecipanti verrà consegnato attestato personale rilasciato dall’ente di formazione FRAREG S.R.L. , accreditato presso la regione Lombardia a seguito dell’esito positivo della verifica finale, della presenza pari ad almeno il 90% e del pagamento del corso.

  • BANCA: Intesa San Paolo IBAN: IT90 E030 6901 6051 0000 0013 484
  • C/C postale 38189205 IBAN: IT93 G076 0101 6000 0003 8189 205
  • Altre informazioni
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
CODICE
S3A
DESTINATARI
I datori di lavoro di aziende di meno di 30 addetti che, in base ai D.lgs. 81/08 e D.M. 16/01/97 hanno deciso di autonominarsi Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) per aziende a rischio basso
DURATA
16 ore (2 giornate consecutive di 8 ore)
PREZZI
  • In Aula € 320 + IVA a partecipante
  • Anche in Videoconferenza
  • Prezzo su richiesta per sessione dedicata presso il cliente
MODALITA'
  • In aula, presso una delle nostre sedi di Milano, Roma, Bologna o Padova in sessione interaziendale;
  • Presso una sede del cliente in sessione dedicata previo preventivo personalizzato
  • In modalità E-learning nella nostra piattaforma online
Altri Corsi in Questa Categoria