Consulenza e Formazione Sicurezza, Medicina Del Lavoro, Sistemi Di Gestione, Qualità, Privacy, Ambiente e Modelli Organizzativi

Come devono essere i cartelli indicanti il divieto di fumo ?

Secondo il D.Lgs. 493/96, i cartelli devono avere le seguenti caratteristiche:
I cartelli di divieto devono essere di tipo permanente (All.I 2.1.1);
Devono essere costituiti di materiale il più possibile resistente agli urti, alle intemperie o alle aggressioni di fattori ambientali (All.II 1.4);
Devono avere dimensioni secondo la formula:

A < L2/2000,

A = superficie del cartello in m2
L = distanza in m alla quale il cartello è ancora riconoscibile;

Devono avere forma rotonda, pittogramma nero su sfondo bianco, bordi e banda rossi (verso il basso da sinistra a destra, il rosso copra il 35% della superficie del cartello) (All.II 3).

VIETATO FUMARE

LEGGE N. 584/1975

SANZIONE AMMINISTRATIVA DA 25 € A 250 €

Funzionario incaricato dal dirigente scolastico __________________

I trasgressori alle disposizioni sono soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 25 ad euro 250; la misura della sanzione e’ raddoppiata qualora la violazione sia commessa in presenza di una donna in evidente stato di gravidanza o in presenza di lattanti o bambini fino a dodici anni.

NB: É possibile realizzare un cartello apposito con le seguenti indicazioni o integrare i cartelli esistenti con le indicazioni tramite affissione su apposito supporto.