Consulenza e Formazione Sicurezza, Medicina Del Lavoro, Sistemi Di Gestione, Qualità, Privacy, Ambiente e Modelli Organizzativi

Formazione e-learning come funziona

L’e-learning si sta imponendo come metodo di insegnamento e formazione. Ecco come funziona e quali sono i vantaggi che offre.

I corsi di formazione online in modalità e-learning costituiscono un tipo di fruizione peculiare di un percorso formativo appartenente a qualsiasi settore, nei più diversi ambiti e con tanti obiettivi diversi.

Attraverso un portale accessibile online, i software e le piattaforme e-learning offrono ai loro utenti un’alternativa didattica virtuale tramite percorsi di studio, seminari e master online a livello universitario, ma anche tante funzionalità per un servizio di formazione continua in ambiente digitale dei lavoratori o di chiunque sia interessato.

Che cos’è la formazione e-learning

L’e-learning (o formazione a distanza) è una forma di apprendimento effettuata attraverso internet. In particolare, la formazione e-learning sfrutta la connessione, attraverso smartphone, computer e altri dispositivi, a piattaforme e applicazioni web attraverso le quali viene erogato l’insegnamento.

In questo modo, non è necessario frequentare lezioni in presenza, in un’aula o in un altro luogo fisico, ma è sufficiente seguire delle videolezioni anche da casa, eventualmente dando un esame al termine del corso.

L’offerta formativa dei corsi e-learning nasce dall’innovazione e dalla digital transformation (o trasformazione digitale) degli ultimi anni, con l’obiettivo di attivare canali smart che potessero raggiungere tutti quanti con un programma di tutorial, streaming, esercitazioni e documenti multimediali.

Di e-learning ne esistono moltissime tipologie, adatte a tutte le necessità formative, i tipi di studenti e i contenuti da comunicare. La rapida crescita digitale ha creato tanti nuovi tipi di piattaforme sfruttabili per numeri grandi o piccoli di studenti.

Di conseguenza, l’e-learning è oggi sfruttato per moltissimi scopi e livelli di insegnamento diversi, a partire dalle università, per le quali è in aumento il numero di università online o di corsi fruibili via web; questo vale poi anche per le scuole superiori e non solo.

Da segnalare anche la possibilità di usare l’e-learning per formare i lavoratori delle aziende e i professionisti, sia come singoli che per gruppi.

Come funziona la formazione a distanza

L’idea di base della formazione a distanza è unire il meglio della formazione tradizionale con la comodità e la velocità offerta dalla rete.

Il sistema, dunque, si basa su una serie di contenuti che fungono da lezione frontale, e che possono essere video, audio, testi o immagini.

A partire da questi, gli studenti possono studiare per proprio conto ma anche interagire con il docente per porre domande, presentare opinioni, chiedere chiarimenti. Tramite le opportune piattaforme è possibile, per gli studenti, scambiarsi informazioni, materiali e altre forme di supporti didattici.

Al termine del corso o delle lezioni, il docente ha diversi modi per testare le conoscenze e le competenze acquisite dagli allievi: per esempio, è possibile effettuare degli esami in videochiamata (come avviene per le università) oppure dei test scritti per via telematica.

Il tutto può essere gestito attraverso tantissimi strumenti differenti, come aule virtuali, chat testuali o videochat, ma anche semplici piattaforme di social network.

Quali piattaforme esistono per l’e-learning

Esistono tantissime piattaforme e tecnologie di e-learning, gestite da università, organizzazioni pubbliche e private. Tra le principali si possono evidenziare:

  • Coursera, una piattaforma avanzata e particolarmente professionale per l’insegnamento cui partecipano moltissime università di tutto il mondo e che offre anche la possibilità di svolgere esami e ottenere certificazioni;
  • Udacity, che nel suo sito web offre una serie di videolezioni su moltissimi argomenti;
  • Khan Academy, una società educativa senza scopo di lucro nata negli USA per offrire servizi gratuiti a docenti e studenti, incluso un attestato di valutazione finale;
  • EdX, un’altra associazione senza scopo di lucro nata dal Massachusetts Institute of Technology e da altre prestigiose università, ricca di contenuti su ogni disciplina;
  • Moodle, un progetto sfruttato anche da molte università italiane e completamente open source, ossia liberamente riutilizzabile e adattabile alle diverse esigenze di insegnamento.

Accanto a questi siti, che ormai si sono guadagnati una certa fama nel mondo dell’e-learning, esistono anche delle piattaforme digitali “chiuse”, dette LMS o Learning Management System, che permettono una più agevole distribuzione dei corsi online, condivisibili anche tramite cloud e passibili di un controllo statistico delle attività svolte.

Quali sono le tipologie di formazione a distanza

Le modalità di e-learning sono distinguibili in tre tipologie principali:

  • il webinar, ossia un seminario online composto di risorse fruibili da remoto come fossero documenti in una cartella, dalla quale l’utente può scegliere il percorso e le informazioni di cui più ha necessità;
  • il corso online aperto, molto celebre oggi soprattutto nella forma del Massive Open Online Course (Corso online aperto su larga scala, o MOOC), consiste in una forma di corso fruibile da tutti in autonomia, anche grazie a forme di esercizi di autovalutazione inclusi;
  • il corso online chiuso, erogato su piattaforme LMS, tipicamente dedicato a tematiche più specialistiche e maggiormente guidato da docenti professionisti, che seguono gli allievi e comunicano con loro.

Tutti questi tipi di corsi e approfondimenti sono funzionali a diversi obiettivi: un corso chiuso favorisce partecipazione e frequenza a scapito di flessibilità e interattività, più presente in un corso aperto in modalità videoconferenza; la possibilità di scaricare interi moduli dal browser con un click è invece un punto di forza dei webinar.

E-learning: vantaggi e svantaggi

L’e-learning ha sicuramente dei vantaggi indiscutibili:

  • permette una condivisione immediata e on-demand di contenuti diversi, e quindi dà l’opportunità di studiare e imparare secondo i propri tempi e possibilità;
  • garantisce una maggiore semplicità per lo studente, che può rivedere a piacere i materiali, personalizzarli e studiare ai propri ritmi;
  • è molto più economico rispetto alle lezioni in presenza;
  • è più interessante, in quanto coinvolge supporti video e audio spesso personalizzati dal docente;
  • ha contenuti che possono essere aggiornati con facilità dagli insegnanti.

D’altra parte, non si possono dimenticare i contro della formazione a distanza:

  • c’è il rischio di spersonalizzare l’insegnamento, eliminando la componente umana e l’interazione tra gli individui;
  • ancora oggi può essere difficile accedere a tutte le risorse a causa di mancanze digitali, sia a livello di conoscenza che di possibilità tecniche;
  • i metodi di esame possono essere falsati, e rischiano di non tener conto delle peculiarità dei diversi studenti.