Consulenza e Formazione Sicurezza, Medicina Del Lavoro, Sistemi Di Gestione, Qualità, Privacy, Ambiente e Modelli Organizzativi

In sede di procedura di licenziamenti collettivi esiste la privacy sui dati?

Il Ministero del Lavoro con una nota d’interpello, su richiesta dell’Unione degli Industriali di Bergamo, ha affermato che in sede di procedura di licenziamenti collettivi la comunicazione e diffusione di dati dei lavoratori in mobilità non richiede il consenso dei lavoratori stessi.

Lo stesso Garante per la protezione dei dati personali aveva già sostenuto che le pubbliche amministrazioni non devono chiedere il consenso degli interessati per poter trattare dati personali, ma devono verificare che i singoli trattamenti e le categorie di dati siano riconducibili nella sfera delle proprie finalità istituzionali e siano posti in essere rispettando i limiti eventualmente previsti dalle normative di riferimento e disposizioni speciali.

Visita la pagina della consulenza privacy per maggiori informazioni.