Consulenza e Formazione Sicurezza, Medicina Del Lavoro, Sistemi Di Gestione, Qualità, Privacy, Ambiente e Modelli Organizzativi

Tante novità per il MUD 2009

Entro il 30 aprile 2009 chi produce rifiuti pericolosi o rifiuti non pericolosi che rientrano in determinate categorie dovrà compilare ed inviare il consueto MUD.

Vediamo quali siano le novità dell’edizione 2009 riporto a quella passata analizzando il D.P.C.M. 2 dicembre 2008 e il suo allegato (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 dicembre) che approva il Nuovo Modello di Dichiarazione Ambientale per l’anno 2009. La modulistica introdotta dal DPCM sostituisce quella del D.M. 24 dicembre 2002.

”Piccoli” produttori di rifiuti

Per le aziende che nel 2008 hanno prodotto fino a cinque rifiuti, affidandone il trasporto e il trattamento a non più di 3 soggetti, il modello unico di dichiarazione ambientale (MUD 2009) permette di usare la stessa modulistica cartacea semplificata dell’anno scorso evitando così di dover effettuare l’invio telematico, procedura molto più complessa.

Lo stesso MUD 2009 risulta invece molto più complesse per le aziende di maggiori dimensioni nonché per gli operatori del settore.

RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)

Sono state introdotte nuove sezioni dedicate ai RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) per i produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche. I produttori dovranno presentare la comunicazione AEE scheda “IMMA EE: apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato” sia per l’anno 2008 con riferimento alle AEE immesse sul mercato nell’anno 2007, sia per l’anno 2009 con riferimento a quelle immesse sul mercato nel 2008 compilando due schede distinte.
Aggiungiamo per dare un quadro completo all’argomento AEE che il Decreto-legge 208/2008 ha stabilito che non è considerato produttore chi fornisce finanziamenti esclusivamente in base ad accordo finanziario, salvo che agisca come fabbricante, venditore o importatore. Inoltre, ha fatto slittare alla più vicina data tra la definizione del sistema Ue di identificazione dei produttori e lo scadere del 31 dicembre 2009 il termine a partire dal quale i produttori di AEE devono assumersi la responsabilità finanziaria individuale della raccolta e gestione dei Raee nuovi (quelli derivanti da apparecchiature immesse sul mercato dopo il 13 agosto 2005).

Altre novità

Esistono inoltre novità per la gestione di impianti mobili di trattamento. Il nuovo MUD 2009 comprende molti moduli nuovi o ridisegnati.
Per quanto riguarda la consegna e la trasmissione del MUD, è stato abolito il floppy disk ed eliminata la possibilità di presentare i MUD agli sportelli delle Camere di commercio. L’invio del modulo di carta sarà consentito solo ai piccoli produttori iniziali di rifiuti

» leggere il D.P.C.M. 2 dicembre 2008 e il suo allegato
» leggere il Decreto-Legge n. 208/2008

per informazioni: info@frareg.com